Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Acqua alta di giugno «Il Mose non è pronto»

Fonte: La Nuova Venezia del 05-06-2020

Acqua alta fuori stagione. Solo tre giorni dopo la dimostrazione del Mose riecco la marea. Perturbazione intensa, bassa pressione e pioggia in corrispondenza della massima astronomica, già molto alta, a 83 centimetri. Così il Centro Maree ha lanciato l’allerta con una previsione di 120 centimetri alle 22.30. Non un evento eccezionale. Ma sicuramente insolito per il mese di giugno. Solo due volte in anni recenti la marea ha superato il metro in giugno. Il 21 giugno del 2002 (121 centimetri) e nel giugno del 2016 (117 ).Ieri sera, come da previsioni meteo, la pressione è scesa improvvisamente di 12 millibar. Ed è arrivata l’acqua alta. Molti disagi, anche se limitati per l’orario. Niente passerelle, vista la stagione estiva. Ma in piazza San Marco c’erano 40 centimetri d’acqua. «Chiudete le paratoie al Lido», ha proposto ieri con una lettera al provveditore Cinzia Zincone e alla commissaria Elisabetta Spitz il consigliere Renzo Scarpa. «Non siamo ancora pronti al Lido», ha risposto Zincone. 

Le paratoie si potranno sollevare insieme a luglio».Il sollevamento con autorità e filmati è stato fatto domenica a Chioggia, con le paratoie della bocca di Chioggia (18) e di Malamocco (19). Esperimento riuscito. Ma la giornata era buona, mare calmo. Nessun problema. Qualcuno avrebbe voluto vedere la prova al Lido, la bocca più vicina a Venezia, e dunque efficace per la difesa della città storica.Ma al Lido la situazione è più complicata. Perché lì le paratoie sono sott’acqua da sette anni. Le prime a Treporti. Con gravi problemi di manutenzione e di detriti e sabbia che ne hanno impedito qualche anno fa il ritorno nei cassoni sott’acqua dopo la prima prova.Nei giorni scorsi la scoperta dei subacquei del Consorzio Venezia Nuova: la vernice protettiva antifouling se n’è andata e il metallo della paratoia è esposto ancora di più alla corrosione e alla ruggine. Insomma, è già tempo di fare manutenzione a un’opera non ancora collaudata.Un tema presente da qualche anno. Gli amministratori straordinari del Consorzio a fine 2018 avevano avvisato il Provveditorato della necessità di bandire una gara straordinaria per 37 milioni.Ma i ricorsi tra imprese l’hanno bloccata, l’udienza al Tar è attesa per ottobre. E la manutenzione va a rilento. Secondo il progetto Mose ogni paratoia deve ripulita almeno ogni cinque anni.Intanto ieri città di nuovo a mollo. Da stasera miglioramento graduale. Cento centimetri alle 23. 

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.