Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Al lavoro il 70% delle imprese. E da lunedì prossimo Fincantieri

Fonte: La Nuova Venezia del 15-04-2020

Secondo una stima, non ancora perfezionata, nella nostra provincia dopo l’ultimo decreto governativo e con l’ordinanza Zaia, ha riaperto l’attività il 70% delle imprese. Fino alla settimana scorsa il dato era fermo a quota 60%. La prossima settimana ripartiranno a ritmo quasi completo le grosse aziende, a iniziare dalla Fincantieri che da ieri ha visto una cinquantina di impiegati e tecnici ritornare nel cantiere di Marghera per preparare il rientro degli operai, che riprenderanno la produzione.Naturalmente a questa ripresa corrisponde a un’altra notevole produzione di carte varie e documenti che Prefettura, Camera di Commercio e Guardia di Finanza dovranno vagliare per poter consentire alle imprese che autocertificano la possibilità di riprendere l’attività, di essere in regola con i vari decreti governativi che si sono succeduti nelle ultime settimane. 

Decreti del Governo e, in seconda battuta, ordinanze della Regione Veneto. Infatti molte delle imprese appartengono alle cosiddette filiere, non avendo direttamente il codice di certificazione che le possano inserire tra quelle indicate dal Governo.In questo senso, è stata pubblicata ieri sul sito della Prefettura la nuova modulistica per l’autocertificazione seguita al decreto governativo del 10 aprile scorso. La nuova modulistica deve essere utilizzata solo dalle aziende che non hanno già presentato comunicazione per la prosecuzione dell’attività, salvo debbano integrare o variare questa comunicazione.

Le comunicazioni già inoltrate, sia pur con la precedente modulistica, conservano piena efficacia e validità e quindi non serve inviare nuova documentazione che rischia di intasare ulteriormente gli uffici della Prefettura già al limite collasso. Ogni giorno tre funzionari, oltre allo stesso prefetto di Venezia Vittorio Zappalorto, passano quattro ore a valutare le varie richieste. La nuova modulistica, da utilizzarsi per le comunicazioni riguarda: 1) la comunicazione per le aziende la cui produzione è funzionale alle filiere ricomprese nell’allegato 3 al DPCM 10 aprile 2020 (modulo 1); 2) la comunicazione per le aziende a ciclo continuo la cui interruzione creerebbe grave pregiudizio o pericolo (modulo 2); 3) la comunicazione per l’industria dell’aerospazio e della difesa (modulo 3); 4) la comunicazione per le aziende sospese che intendano accedere ai locali aziendali per vigilanza, manutenzione, sanificazione, spedizione di merci (modulo 4).Delle varie autocertificazioni, molte sono incomplete o hanno documentazione non valida. Per questo sarà importante mettersi in regola, per poter riprendere la produzione senza alcun problema

CommentiChiudi Commenti

Lascia un commento

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.