Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Blitz per il cantiere Iperlando, ora giù le case

Fonte: Il Gazzettino del 27-02-2020

Il primo passo dell’Iperlando è compiuto. Ieri mattina, con un blitz degli agenti del Servizio Sicurezza urbana della Polizia locale, è stato dato il via alla realizzazione del nuovo ipermercato a fianco dell’uscita Castellana della tangenziale. Il primo passo, infatti, è stato quello di liberare dalla presenza di sbandati tutte le palazzine – tra cui un condominio di tre piani – che dovranno essere abbattute per consentire l’apertura del cantiere del nuovo ipermercato. Dopo essere stati acquistati dalla società di Pianiga, gli edifici erano stati occupati in questi mesi da parecchi senza dimora e tossicodipendenti, tanto che periodicamente gli agenti del Programma Oculus del Comune erano già intervenuti nell’area di via Caravaggio. Ieri, però, si è trattato probabilmente dell’ultimo blitz in attesa dell’arrivo delle ruspe che raderanno al suolo le quattro palazzine: il personale del Servizio Sicurezza Urbana della Polizia locale ha trovato una ventina di giacigli di fortuna e materiale da bivacco di tutti i tipi, oltre a vestiario abbandonato precipitosamente dagli occupanti abusivi. E tutto attorno era il disastro: l’area che si sviluppa su otto ettari è stata trovata ricoperta di immondizia e altri materiali, tanto da riempire alcuni camion arrivati sul posto proprio per iniziare le operazioni di pulizia della zona.
La proprietà di Iperlando, dopo le operazioni di messa in sicurezza da parte della Polizia municipale, ha avviato immediatamente l’inizio dei lavori di abbattimento degli edifici, di cui si farà carico integrale, che dureranno un paio di mesi. In parallelo verrà messo a punto il cantiere che prevede, oltre alla costruzione dell’Iperlando da ottomila metri quadri (4.800 per il settore alimentare e altri 3.185 per quello non alimentare), anche un nuovo centro del fai-da-te della francese Bricoman, specializzata in edilizia, utensileria, elettricità, giardinaggio, idraulica e arredo bagno, all’interno di un edificio di altri ottomila metri quadri per un’altezza di venti metri. Ma i privati si occuperanno anche di mettere a punto tutta la delicatissima viabilità sulla rotatoria Castellana e su 3 delle 4 rampe di salita e discesa della tangenziale. Opere di urbanizzazione che costeranno 4 milioni di euro e che dovranno essere completate prima dell’apertura del centro commerciale. 

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.