Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Ca’ Foscari, la sfida delle donne

Fonte: Il Gazzettino del 11-03-2020

Ca’ Foscari si prepara a scegliere il successore di Michele Bugliesi alla guida dell’ateneo. E per la prima volta, nella storia dell’università lagunare, il rettore potrebbe essere una donna. Le candidature che vengono date come più probabili sono, infatti, quelle di Tiziana Lippiello e Monica Billio. Ordinario di cinese classico e prorettore vicario di Bugliesi, la prima, ordinario di econometria e direttore del dipartimento di economia, la seconda. Nomi che girano ormai da mesi, questi di Lippiello e Billio, in un quadro però ancora in evoluzione. Ha tastato il terreno per una sua candidatura anche il direttore del dipartimento di management, Gaetano Zilio Grandi, che però sarebbe pronto anche ad appoggiare Lippiello. Mentre movimenti ci sono anche nell’area scientifica. Questi dovevano essere i giorni decisivi, dei colloqui a tu per tu tra colleghi, prima di tirate le fila. In realtà l’emergenza coronavirus, relegando docenti e personale a casa, chi a preparare lezioni on line, chi al telelavoro, ha congelato anche questa fase di pre-campagna elettorale.

LA MACCHINA ELETTORALE

L’ultimo Senato Accademico di fine febbraio ha comunque fatto a tempo ad indicare i primi membri della commissione elettorale. Ora la palla è nelle mani del decano dell’ateneo, la professoressa Anna Martinetti, che dovrà indire le elezioni. Il regolamento d’ateneo fissa una finestra precisa per lo svolgimento della tornata elettorale: dal 1. aprile al 30 giugno. Entro quella data Ca’ Foscari dovrà scegliere il successore in Bugliesi, il cui mandato scadrà poi ad ottobre. Un sistema pensato per garantire una fase di passaggio di consegne tra i due rettori.

LE CANDIDATURE

Lippiello, prorettore vicario di Bugliesi dal 2014, sarebbe una scelta di maggior continuità con l’attuale gestione. La professoressa di cinese vanta una lunga esperienza di gestione e una fitta rete di relazioni. Avrebbe, però, chiesto un appoggio pieno del suo dipartimento prima di sciogliere le ultime riserve. Più quotata, almeno in questo momento, sarebbe Billio, pure lei con un’esperienza organizzativa forte, che può contare sulla voglia degli economisti di riprendersi il rettorato. Visto il meccanismo elettorale di Ca’ Foscari, che per la prima votazione del rettore prevede la maggioranza del corpo elettorale, quella di Zilio Grandi potrebbe invece essere una candidatura tattica. Per raccogliere voti da spostare poi su Lippiello. Ma anche lui sarebbe incerto. Nel 2014 l’elezione del rettore aveva visto ben cinque candidature e una vivacità di dibattito che ora, virus o non virus, ancora non si vede. 

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.