Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Clienti impauriti e pochi soldi. In palestra il futuro è incerto

Fonte: Il Gazzettino del 22-06-2020

A rientrare in palestra non è più di un iscritto su due. Metà delle persone sono ancora troppo spaventate dal contagio o non hanno più soldi da spendere. A poco più di un mese dall’apertura le presenze non sono rassicuranti e la situazione è così precaria che una ricaduta a settembre rischia di essere letale se non arrivano importanti aiuti dallo Stato. Contributi che però tardano ad arrivare per le aziende anche per questa prima fase di lockdown.  La Fit form, che gestisce tre palestre tra le quali la New fitness formula in via Miranese a Mirano, a una decina di giorni dalla riapertura, avvenuta il 18 maggio, registrava la presenza di meno di un iscritto su tre. «Ora siamo in lieve rialzo di presenze – spiega Mattia Dimasi – e ci attestiamo sul 50% degli iscritti. Troppe persone però hanno ancora paura, c’è chi mantiene l’abbonamento attivo ma non viene in palestra».

REGOLE DA RISPETTARE

Una paura ingiustificata se si considera l’attenzione massima delle sale fitness per le misure di sicurezza. «Noi facciamo meno il lavoro di laureati in scienze motorie per dedicarci di più a quello di guardiani e non è semplice. Ma in questo momento la priorità è far rispettare le regole». Giovedì mattina, per esempio, da Mirano un ragazzo è stato mandato a casa perché le scarpe non erano pulite: «Mi è dispiaciuto molto ma purtroppo la distrazione di una sola persona rischia di vanificare lo sforzo di tanti» chiarisce Dimasi. La sua palestra, come poche altre, è agevolata dagli spazi all’aperto, compresa la piscina della villa, in cui trasferire i corsi di gruppo garantendo le distanze di sicurezza. «Avere l’appoggio della piscina è una fortuna e quando superiamo il limite massimo previsto per le sale corsi ci si sposta al parco. I numeri non sono ancora esaltanti e il maltempo dei giorni scorsi ha messo un po’ i bastoni tra le ruote ma si riesce a lavorare». «Diversa – aggiunge Dimasi – la situazione della sala attrezzi in cui i numeri sono così bassi che non si è ancora presentata la necessità di procedere con la prenotazione online che abbiamo predisposto. La gente che viene non ha paura e apprezza l’enorme sforzo di sanificazione, pulizia e rispetto delle regole». 

FUTURO INCERTO 

E si dubita di andare a regime a settembre. «Qualcuno dice che rientrerà dopo l’estate, sperando in una situazione migliore e di trovare quell’ambiente leggero che una palestra dovrebbe essere – conclude – Per ora però gli incassi scarseggiano e le spese sono pesanti da sostenere: di certo una ricaduta dei contagi, in mancanza di reali e importanti aiuti dello Stato, che per questa prima fase non si sono ancora visti, metterebbe in ginocchio tante palestre».  Ripartenza lenta anche al Green Garden di via Asseggiano: «C’è ancora molta paura e soprattutto mancano i soldi – spiega il presidente Fabio Sapori – la gente aspetta la cassa integrazione, gli stipendi e gli aiuti, se ha un giorno libero sta a casa e guarda la tv. Noi a un cliente su due non ci arriviamo, anche perché abbiamo molte attività di gruppo e la gente ha paura di farle al coperto. Il maltempo poi non ha aiutato. Le sale fitness vanno malissimo e non so come faremo a settembre». Migliore la situazione per altre attività sportive: «Per la piscina e il tennis qualcosa si muove e vanno invece molto bene i nostri centri estivi che si attestano sui numeri dello scorso anno, complice il fatto che i genitori sanno che qui si fanno tante attività sportive diverse – aggiunge Sapori – La piscina invece sta subendo un forte contraccolpo a causa del virus. Io voglio essere ottimista, ma se non riprenderemo davvero l’attività non sarà facile. Anche perché noi siamo a Mestre ma gravitiamo su una realtà, come l’hinterland mestrino e Venezia, che sta soffrendo molto a causa della crisi del turismo e del centro storico. Quelle 30-40 mila persone che hanno perso il lavoro di certo non hanno soldi da spendere nell’attività fisica». 

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.