Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Consorzio, se ne va Nunziata : dimissioni in vista dopo 3 mesi

Fonte: La Nuova di Venezia del 20-02-2020

Il terzo commissario del Consorzio se ne va. Notizia non ancora ufficiale. Ma nei giorni scorsi Vincenzo Nunziata, avvocato dello Stato nominato dal prefetto di Roma solo tre mesi fa, avrebbe manifestato l’intenzione di andarsene. Presentando le sue dimissioni dall’incarico al prefetto della Capitale.Sorpresa e stupore al Consorzio Venezia Nuova e al Provveditorato alle Opere pubbliche.Il «terzo commissario» era stato richiesto più volte nei mesi scorsi anche dalle forze politiche. Doveva aiutare il Consorzio di imprese a sbrogliare la complicata matassa dei lavori del Mose, andati a rilento dopo lo scandalo delle tangenti del 2014 e la scoperta di una serie di guai tecnici e finanziari.Dopo mesi di annunci, il nuovo amministratore straordinario era stato nominato dopo l’arrivo del nuovo governo. Decreto firmato dal prefetto di Roma Gerarda Pantalone. In questo caso una procedura diversa da quella utilizzata per i primi due commissari (l’avvocato dello Stato Giuseppe Fiengo e l’ingegnere Francesco Ossola e prima ancora da Luigi Magistro. La proposta dei due nomi era stata fatta nel 2014 dal presidente dell’Autorità nazionale Anticorruzione Raffaele Cantone, che l’aveva inviata al prefetto per la nomina. Così era successo per Luigi Magistro. In questo caso non vi è traccia di una proposta di nomina che venga dall’Anac.Diverso il percorso di Nunziata, dunque. Non ci sono conferme ufficiali sui motivi delle sue dimissioni. Forse ragioni personali. Dal mese di novembre è entrata in carica anche la supercommissaria Elisabetta Spitz, nominata grazie alla legge votata dal governo precedente sullo «Sblocca cantieri». A lei e al Provveditore alle Opere pubbliche spetta il coordinamento delle operazioni del Mose. 

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.