Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Corteo acqueo di protesta «Progetto inutile e obsoleto»

Fonte: La Nuova Venezia del 09-07-2020

Il tam tam si è diffuso nelle ultime ore. Via web, con il passa parola e le mail. «All’inaugurazione del Mose ci saremo anche noi, i Veneziani. Non c’è alcun motivo per festeggiare il Mose.Un progetto inutile, obsoleto e dannoso. Andiamo tutti insieme a ricordarlo al governo». Le associazioni “No Mose” e “Ambiente Venezia” preparano lo sbarco sull’isola delle autorità per rovinare la festa. Da decenni si battono contro la grande opera. Adesso hanno deciso di esserci. Ricordano le battaglie passate. La “tregua” dopo l’inchiesta del 2014 su tangenti e malaffare, che aveva portato in carcere 43 persone. Denunce e dossier inviati alla magistratura e alla Corte dei Conti.

«Sono stati spesi finora quasi 6 miliardi di euro», dicono, «per la manutenzione saranno necessari almeno 100 milioni di euro. Ma un miliardo e mezzo è finito in sprechi e tangenti. Uno scandalo infinito che adesso si vuole rimuovere. Recuperando in tutta fretta un progetto obsoleto». «Nei prossimi decenni», scrivono i rappresentati delle associazioni, «il livello del mare aumenterà. Molto più di quanto era stato previsto negli studi minimalisti del Mose. Dunque le barriere anche se dovessero funzionare, dovrebbero essere chiuse un giorno sì e un giorno no, decretando la morte della laguna». «Ci saremo», annunciano, «per rappresentare la città che in questi anni è stata soltanto penalizzata dal Mose e dalle ingenti risorse sottratte alla sua manutenzione e ai restauri e finite nel buco nero della grande opera. Il Mose non è mai stata la soluzione ma il problema». Ecco allora la mobilitazione. Barche di ogni tipo si daranno appuntamento in Bacino San Marco intorno alle 9. Bandiere e striscioni e rotta verso l’isola artificiale del Mose in bocca di porto di Lido. Sbarco difficile, visto il grande spiegamento di forze annunciato.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.