Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Dodici milioni per Forte Marghera nuovi ponti, servizi e percorsi

Fonte: La Nuova Venezia del 21-06-2020

Nuove fognature, sottoservizi e una nuova illuminazione notturna. Ma anche nuovi ponti, due esterni e due interni che aprono nuovi percorsi di passeggiate dentro a Forte Marghera, il gioiello del campo trincerato di Mestre , grande spazio pubblico di cultura, divertimento e relax cittadino che lo scorso anno ha contato 320 mila presenze. Da ieri l’offerta, dopo la riapertura, che arriva dopo cinque mesi di cantieri e lockdown, si arricchisce del ritorno, anticipato, della Baia Lounge. E ci sono i centri estivi per ragazzi dei Musei civici. La Controvento ha riaperto con nuova formula il “Gatto rosso”. Ma i cantieri proseguono: l’assessore alla coesione SImone Venturini annuncia che la prossima settimana iniziano i cantieri del padiglione 29, quello senzatetto, crollato da anni e che diventerà un grande spazio espositivo. In autunno, il recupero delle ali napoleoniche, gli edifici di maggiore pregio storico e architettonico. Su Forte Marghera il Comune ha investito oltre 12 milioni di euro: cinque milioni in opere di urbanizzazione che si avviano a definitiva conclusione con il ponte di ingresso, rinforzato secondo le indicazioni della Soprintendenza, che attende i nuovi parapetti. Ultimato anche il ponte verso il rifugio dei gatti e quello di levante completamente ricostruito. Entro un mese verrà inaugurato il ponte esterno, ciclopedonale, di collegamento con via Torino e il campus di Ca’ Foscari. Fuori in via Forte Marghera, in attesa del nuovo parcheggio, è visibile il tratto di ciclopedonale che collega alla fermata del tram di viale San Marco.

Ieri Vela e Comune hanno accolto i giornalisti in baia per il via alle serate del “Baia lounge” della Dining &Meeting del Casinò che quest’anno apre in anticipo, ad inizio estate, e che con l’assenza della discoteca, punta su una offerta di musica lounge ed acustica arricchita, fino al 4 ottobre, con lo spazio del pesce fritto per ampliare l’offerta culinaria. Apertura infrasettimanale dalle 16 alle 24, nel weekend dalle 15 all’una di notte e vari djset nel rispetto delle normative.

Con Venturini, consiglieri comunali, il presidente della Fondazione Forte Marghera, Stefano Mondini, lo scenografo Massimo Checchetto, e il direttore Comunicazione, Eventi & MICE di Vela Spa, Fabrizio D’Oria. «Diamo un segnale di riapertura della città, all’insegna dell’intrattenimento, della recuperata felicità, dopo un periodo così difficile, pur nella consapevolezza che alla crisi sanitaria inevitabilmente è seguita quella economica», dicono, ribadendo che quest’estate comunque sarà diversa, causa distanziamento. Dalla baia si vede anche il trabaccolo Concordia, che sta affondando. «Non sappiamo di chi sia. Recuperarlo è costoso ma se c’è un progetto , siamo qui per discuterne», dice Venturini. 

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.