Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

«Gli artigiani legati a spettacolo e sport ultimi a ripartire: aiutiamoli»

Fonte: Il Gazzettino del 06-05-2020

«Confartigianato in prima linea sulla richiesta di riapertura delle attività produttive». È quanto spiega Nazzareno Ortoncelli presidente dell’associazione artigiana del Sandonatese, dopo le proteste in piazza Indipendenza a San Donà di martedì e domenica scorsi. Due flash-mob partiti da acconciatori ed estetisti della zona, a cui hanno aderito anche altre categorie. E Ortoncelli per primo aveva lanciato l’allarme relativo al lavoro nero, soprattutto nel settore dei servizi alla persona. «Sono arrivate alcune segnalazioni di concorrenza sleale continua chi continua a lavorare ha l’esigenza di presentarsi in ordine, per cui qualcuno ha finito per rivolgersi a chi non opera in modo professionale e si sposta casa per casa». Il presidente sottolinea che «le attività produttive che finora sono rimaste attive per garantire i bisogni e i beni di prima necessità hanno dimostrato di poter operare in sicurezza, attrezzandosi per il rispetto della salute di tutti. In questo momento serve ripartire mantenendo la salute come priorità ma devono poter operare anche le altre attività. Si tratta di avviare una nuova fase economica per tutte le imprese artigianali, produttive ma anche di servizio alle persone e della ristorazione. Siamo vicini anche al settore dello spettacolo e dello sport, a cui sono collegati molti artigiani che con tutta probabilità potranno riprendere tra un anno».

Tra questi chi si occupa di striscioni, gonfiabili e materiali di promozione pubblicitaria, noleggio di strumentazione, installazione di coperture per fiere, tribune e transenne, attrezzisti, service audio-luci, servizi legati all’hospitality, regie mobili e mezzi di produzione tv, allestimenti e oggetti di personalizzazione relativi agli eventi. «Servono regole certe per tutte queste professionalità gli fa eco Angelo Striuli, delegato dell’associazione artigiana per Musile – le imprese legate ai servizi di spettacolo e sport sono oltre un centinaio nel Veneto orientale. Per molte di queste si prevede di ripartire forse a fine anno: eventi come una maratona o una corsa di bici non si fanno senza pubblico. Per questi serve seguire il buon senso e magari essere coinvolti nel prevedere le nuove regole, oltre ad una tassazione agevolata». Confartigianato, inoltre, è pronta ad avviare una campagna per il controllo dei lavoratori che hanno già gli anticorpi e una campagna di tamponi e di controllo per chi non presenta gli anticorpi. Ortoncelli precisa che «le spese di operazioni di sicurezza potranno essere finanziate con le agevolazioni dello Stato e dai nostri enti bilaterali».

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.