Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Il piano ex Maggiotto cambierà volto a Piazza Donatori

Fonte: La Nuova Venezia del 18-03-2020

La trasformazione del centro storico non si ferma: lo studio Berro firma anche la riqualificazione della centralissima area ex Maggiotto-Gambirasi. Continua a mutare il volto della città e di piazza Donatori di Sangue. Quello che si profila all’orizzonte è un piano da 5.500 metri cubi, che si affaccia sul nuovo restyling del mercato del pesce e che prevede la realizzazione di 11 nuovi alloggi. L’area in questione è quella degli ormai storici ex magazzini Maggiotto, in disuso da oltre trentacinque anni, e si aggiunge all’attuale villetta della famiglia Gambirasi. La vicenda di questo piano di recupero di iniziativa privata, tra via Gris, Battisti e XXIV Maggio è stata come sempre tortuosa: un primo progetto, firmato dall’architetto Elvio Quaia, fu presentato nel marzo del 2013 e fu adottato all’unanimità dalla passata giunta Arena a fine 2014 e approvata nell’aprile dell’anno successivo. La richiesta dei permessi a costruire, sfruttando gli aumenti di cubatura concessi dal piano casa, risale però solo al 29 marzo scorso (poco prima che entrassero in vigore le nuove regole del Pat). Nel gennaio 2020 la giunta Bortolato ha accolto la richiesta dei privati di monetizzare la mancata realizzazione di 8 parcheggi (ne sono previsti 24 nel piano interrato anziché 32) e di altri standard a verde per un totale di 43 mila euro. Ora i privati attendono il rilascio di permessi a costruire per dare attuazione al nuovo piano. Nel frattempo dovrebbero concludersi per l’estate 2021 i lavori del residence “Le Corti”, progetto inserito all’interno del piano Cadoro che prevede la realizzazione di cinque palazzine per un totale di 59 alloggi su 36 mila metri cubi, le cui abitazioni sono realizzate dalla ditta Pesce e Franceschi Costruzioni, sotto l’egida dello studio Berro. Il nome del progettista del nuovo condominio, nel frattempo alzato di un piano, rispetto al progetto originale, anche in questo caso è l’ingegnere Andrea Berro, rappresentante della società Berro & Sartori Ingegneria srl di Pianiga e uomo di fiducia della giunta Brugnaro nominato amministratore unico della società in house della Città metropolitana di Venezia, San Servolo Servizi Metropolitani.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.