Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

La protesta Cgil: «Sull’ospedale poca trasparenza»

Fonte: Il Gazzettino del 16-06-2020

Volantinaggio ieri davanti l’ingresso visitatori dell’Ospedale di Dolo organizzato dalla Fp Cgil per sensibilizzare la cittadinanza sull’esigenza che tutta la struttura torni alla situazione pre-emergenza. L’organizzazione sindacale ha informato i cittadini sulla mancata riapertura del Punto Nascite e dell’Area materno infantile del presidio ospedaliero. «Nonostante le continue rassicurazioni hanno sottolineato i sindacalisti – non c’è ancora alcuna novità per quanto riguarda il ritorno di questo servizio. L’area materno infantile – che comprende ostetricia, pediatria, ginecologia, punto nascite- costituisce un servizio fondamentale e, di fatto, è l’unico che non ha ancora ripreso la propria attività. 

Vogliamo chiarezza e trasparenza. I cittadini di questo territorio hanno il diritto a vedere correttamente applicata la programmazione sanitaria: non sono cittadini di serie B ed i lavoratori di questi reparti e servizi hanno diritto di non vedere dispersa la professionalità acquisita in anni di lavor». A plaudire l’iniziativa anche il Comitato Bruno Marcato che non lesina critiche ai politici. «Bene questo volantinaggio della Cgil. Bene ed anche la presa di posizione del sindaco di Dolo Alberto Polo. Andrebbero invitati a fare altrettanto anche gli altri sindaci, dovrebbero andare in Regione da Zaia e Lanzanrin, anziché’ chiedere di verificare con il D. G. Dal Ben come far coesistere 147 posti letto Covid dentro l’ospedale, occupando il blocco operatorio e mantenendo anche i reparti chirurgici compreso il settore materno infantile. Ormai è evidente sostengono al Comitato – che la battaglia nel merito è seguita solo dalla Cgil ed è ignorata dagli altri sindacati. Agli altri sindacati ed alcuni partiti (compreso PD e 5 stelle) non interessa. Come altrettanto palese è l’atteggiamento delle istituzioni locali che ignorano un problema che interessa migliaia di cittadini. Solo per la loro appartenenza e schieramento politico affine alla Regione».

Da Mestre è arrivata nel primo pomeriggio la risposta del direttore generale dell’Ulss 3, Giuseppe Dal Ben. «Entro fine mese verrà riaperto anche il reparto Materno-infantile a Dolo. La struttura resterà come ospedale Covid ma gradualmente abbiamo riportato tutta l’ attività chirurgica. Non si può riaprire dalla sera alla mattina, nel giro di un mese tornerà alla normalità. Anche perché dobbiamo riaprire tutto in sicurezza. Non appena libereremo anche il blocco operatorio Sud, verrà riaperto il Punto nascite, entro il mese».

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.