Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Liberato lo spazio per il nuovo Lando

Fonte: Il Gazzettino del 06-04-2020

È scomparsa la vegetazione e sono state demolite buona parte delle case che occupavano il terreno tra la tangenziale, la rotonda della Castellana, via Caravaggio, via Bella e via Borgo Pezzana, la grande area che ospiterà un nuovo IperLando da 6 mila metri quadrati più altri 1500 metri di superficie di vendita al dettaglio, tutti dedicati, come negli altri Lando, principalmente al settore alimentare mentre non ci sarà abbigliamento.

SPAZI LIBERI

Le imprese, insomma, hanno quasi portato a termine i lavori per liberare lo spazio e per poter poi avviare il vero e proprio cantiere che, in primo luogo, come prevede la convenzione col Comune, riguarderà la nuova viabilità: una volta costruite strade, piste ciclabili e svincoli, potranno partire i lavori per l’ipermercato che dureranno un anno e mezzo. Sono andati giù, dunque, gli alberi e tutta la vegetazione spontanea che aveva trasformato il piccolo abitato in una giungla frequentata da sbandati che vi avevano trovato riparo, e sono andate giù anche villette e uno dei due piccoli condomini che erano stati abbandonati del tutto già a metà del 2019. Ora l’area si vede in tutta la sua ampiezza e si comprende meglio quel che sorgerà in base agli accordi e alle convenzioni col Comune che ha già rilasciato a luglio del 2019 l’autorizzazione per le opere di urbanizzazione, mentre lo scorso settembre Lando ha ritirato il permesso a costruire per l’area commerciale e, infine, lo scorso febbraio ha presentato la Scia per avviare le demolizioni.

IL NODO VIABILITA’

Ora per iniziare materialmente a costruire la nuova viabilità imposta dal Comune per evitare una paralisi del traffico intenso che (a parte questo periodo di emergenza coronavirus) grava su tutta la zona dato che è la strada di collegamento tra Mestre, Zelarino e tutti gli altri paesi a nord ovest di Venezia, Olmo, Maerne, Salzano, Martellago e via di seguito, manca solo un contraddittorio con l’assessorato alla Mobilità per coordinare tempi e modi dei lavori in modo da creare meno disagi possibili al traffico.

I COSTI

Ci sono più di 4 milioni di euro di interventi in programma che, dopo il ritiro di Bricoman che avrebbe dovuto costruire un centro commerciale del bricolage al posto dell’azienda Stea-Conserchimica di via Borgo Pezzana (specializzata in prodotti per stampa, farmaceutica, adesivi, cosmesi, materie plastiche, conciario, detergenza, alimentare, gomma, colori, vernici e smalti), sono tutti in carico al gruppo Lando (Bricoman avrebbe dovuto contribuire per il 25%).

LA ROTATORIA

Non si tratta di un intervento da poco perché coinvolgerà direttamente, modificandola, la rotatoria Castellana della tangenziale, un nodo strategico per l’intera mobilità cittadina. Siccome Lando sorgerà a ridosso della rotatoria, Comune e Cav (Concessioni autostradali venete) hanno imposto di allargare la rotonda, costruendo nuovi svincoli, in modo da separare il traffico che entrerà all’Aev Terraglio (l’Area per attività economiche varie che ospita anche Auchan) da quello che va verso Zelarino: verranno effettuati interventi su tre delle quattro le rampe della tangenziale, con corsie preferenziali sia verso il centro di Mestre che in direzione di Auchan. All’interno della nuova area commerciale, inoltre, verranno costruiti una bretella di collegamento con via Bella, l’adeguamento di via Caravaggio ai nuovi flussi di traffico, una passerella ciclo-pedonale sopra a via Caravaggio per mettere al sicuro ciclisti e pedoni.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.