Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

“L’inquinamento favorisce il diffondersi delle malattie”

Fonte: La Nuova Venezia del 20-03-2020

L’inquinamento dell’aria può accelerare la diffusione del Coronavirus. Ambiente Venezia e Medicina democratica, da sempre in prima linea contro l’inquinamento dell’aria e il passaggio delle grandi navi da crociera, annunciano che la battaglia non è finita. «Abbiamo sospeso le nostre riunioni, come tutto, per l’emergenza virus», dice il portavoce Luciano Mazzolin, «ma siamo pronti a riprendere la lotta. Non pensino che alla fine dell’emergenza tutto ricomincerà come prima».Nell’ultimo bollettino informativo diffuso ai soci, Ambiente Venezia e Medicina democratica riportano due studi delle Università di Bologna e Bari. Un’analisi che riconduce la rapida diffusione del virus anche a condizioni ambientali di inquinamento. «Forse è un caso, ma le situazioni peggiori si sono avute proprio nelle aree più inquinate del mondo, la Cina e la Pianura padana», dice Mazzolin.Lo conferma il professor Leonardo Setti dell’Università di Bologna: «Le alte concentrazioni di polveri registrate nel mese di febbraio in Pianura padana hanno prodotto un boost, un’accelerazione alla diffusione del Covid-19», scrive, «l’effetto è più evidente in quelle province dove ci sono stati i primi focolai». Stessa analisi dal professor Giuliano de Gennaro dell’Università di Bari. L’aria inquinata, con polveri sottili e particolato, è un veicolo per trasmettere i virus e dunque anche quest’ultimo pericoloso Corona. «Ogni anno nel mondo muoiono 8 milioni di persone di inquinamento», dice Mazzolin, «ma non lo fanno tutte insieme. E dunque fanno meno notizia».

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.