Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Nuovo Iperlando, Brico si sfila

Fonte: Il Gazzettino del 06-03-2020

Lando è in piena attività per iniziare a costruire nell’area di Zelarino, accanto alla rotatoria della Castellana, tra via Caravaggio, via Bella e via Borgo Pezzana. Una lottizzazione che, secondo un contratto firmato quasi sei anni fa, prevedeva anche l’apertura di Brico. Ma nel frattempo la catena di prodotti per il fai da te ha cambiato progetti e non aprirà a Zelarino. E adesso resta da capire cosa succederà, visto che sono in ballo anche opere per la viabilità di innesto alla tangenziale per 4 milioni di euro, pagati dagli investitori tra i quali, in questo momento, è rimasto solo Lando.

STOP AL TRASLOCO

Il via libera della Giunta comunale, che a gennaio ha approvato il piano di lottizzazione, dà l’okay alla realizzazione dell’ipermercato Lando ma non sblocca quindi la situazione dell’area su cui si trova una storica azienda di prodotti chimici. Impresa che era già pronta a trasferirsi, avendo individuato un’area a Marghera in cui ha bonificato il terreno. Era il 2014 quando l’azienda di chimica aveva stipulato un contratto con la francese Bricoman, accordo che ovviamente era subordinato alle autorizzazioni del Comune e al permesso a costruire. A fine giugno 2018 era scattata l’ultima proroga che dava tempo fino a fine dicembre 2019 per ottenere tutte le autorizzazioni, ma nel frattempo lo scenario è cambiato e la catena, scaduti i termini, ha deciso di rinunciare all’investimento. Nella zona continuerà quindi a operare la ditta Conserchimica che non ha mai smesso di lavorare e potrebbe dialogare con altri investitori. A insediarsi, per il momento, sarà solo Lando. Nel frattempo le imprese incaricate dal Gruppo sono pronte a partire con i lavori per realizzare la nuova viabilità, obbligatoria prima di poter partire con i cantieri per costruire l’ipermercato. 

IL PROGETTO E GLI OBBLIGHI

Lando sorgerà a ridosso della rotonda della Castellana e all’ipermercato è stato imposto di costruire nuovi svincoli per rendere l’area commerciale più accessibile ed evitare di intasare il traffico che nell’ora di punta è già sostenuto. I privati dovranno quindi allargare la rotonda, costruire nuovi svincoli anche verso Mestre, e realizzare la viabilità all’interno del comparto, realizzando una bretella che porterà in via Bella, adeguare via Caravaggio ai nuovi flussi di traffico, realizzare anche una passerella ciclopedonale che la scavalchi. Il Piano di lottizzazione numero 2, approvato dalla Giunta, ammette una superficie lorda di pavimento massima di 18.319 metri quadrati, ma in realtà Bricoman si era impegnata a costruire solo su ottomila metri quadri per un edificio alto 20 metri, mentre dal progetto originario sono da tempo state stralciate le quattro torri residenziali e direzionali previste inizialmente. Il Piano approvato a gennaio contempla anche 4 mila metri quadrati di parcheggio ad uso pubblico, e inoltre la cessione al Comune di una porzione di viabilità lungo il perimetro della nuova lottizzazione che servirà a completare la viabilità del confinante Piano di lottizzazione numero 1 all’interno del quale sorgerà IperLando.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.