Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Passo Campalto cambia volto

Fonte: Il Gazzettino del 01-03-2020

Sta per vedere la luce il progetto di riordino dell’area di Passo Campalto. La Giunta ha dato via libera alla delibera di Consiglio comunale per la Proposta di accordo pubblico privato connessa alla Variante al Piano degli Interventi, che metterà finalmente ordine, visto che se ne parla dal 1983, alla zona di Passo Campalto. Il progetto di riqualificazione dell’area di Punta Passo prevede il riordino degli approdi al servizio della nautica lagunare nonché l’implementazione di nuova connessione acquea per turismo ecosostenibile con Venezia e la Laguna nord.

L’INIZIATIVA PRIVATA
In pratica, una volta che la decisione assunta dalla Giunta sarà stata approvata dal Consiglio comunale, verrà data attuazione al progetto che a suo tempo venne presentato dal Cantiere nautico dei Fratelli Marchi, i quali proposero, con accollo di buona parte del costo, di riorganizzare l’area di Punta Passo in modo da far convivere l’interesse pubblico e quello privato. Ci saranno aree aperte al pubblico affacciate alla laguna e attrezzate di sedute, illuminazione e sistema di videosorveglianza, attività di rimessaggio e di sostegno alla fruizione esterna, piccoli spazi commerciali, pubblici esercizi e locali ad uso delle associazioni. Verrà, inoltre, realizzato un ponte ciclopedonale da una parte all’altra del canale di Campalto e un nuovo molo per l’imbarco di pedoni e biciclette diretti alle isole della laguna. Ci sarà spazio anche per ospitare un edificio a servizio della nuova darsena e realizzati interventi per le attività del cantiere nautico. «Oltre al ponte ciclopedonale che permetterà di accedere al fronte laguna e al nuovo servizio di boat & bike, che sarà interamente a carico del soggetto privato ha affermato la presidente della commissione urbanistica Lorenza Lavini – è previsto un nuovo servizio di alaggio barche convenzionato che consentirà ai privati di accedere in laguna con le proprie imbarcazioni. Il privato corrisponderà inoltre all’amministrazione comunale a titolo di beneficio pubblico 50mila euro da reinvestire in attività pubbliche». «Con la decisione assunta dalla Giunta – ha sottolineato l’assessore all’Urbanistica Massimiliano De Martin – si va a definire un accordo urbanistico che consentirà lo storico ampliamento del Parco di San Giuliano attrezzando e valorizzando la porta acquea, verso Venezia e la Laguna nord, di Passo Campalto. Un procedimento che nasce più di trent’anni fa. Ciò consentirà ha aggiunto di dotare il Parco San Giuliano di altri nuovi servizi». «Non posso che esprimere soddisfazione per la decisione della Giunta ha commentato Matteo Marchi. Siamo ormai sul punto, dopo un lungo tempo d’attesa, di poter dare concretezza ad un progetto che rappresenta il giusto equilibrio tra l’interesse privato e quello pubblico».

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.