Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

«Quel viale è insicuro» Petizione di 50 residenti

Fonte: La Nuova Venezia del 14-03-2020

C’è un viale al Lido che da via Malamocco porta direttamente in laguna. Passa tra le case rosse dell’Ater e il campo sportivo. Per i residenti, quel camminamento pubblico realizzato con piastroni di cemento, non è sicuro. Tanto che nei giorni scorsi hanno preparato una petizione con raccolta firme (oltre 50) destinata all’Azienda veneziana per la residenza pubblica. Proprio ieri Ater e Comune hanno dato una prima rassicurazione. In effetti, come si vede dalle foto, il problema della sicurezza esiste. A pochi passi si trova anche il supermercato Coop dove ogni giorno affluiscono i residenti della zona. La strada, alberata dal lato dell’impianto sportivo, costituisce un vero e proprio pericolo per gli abitanti perché la vegetazione, che ha preso il sopravvento sul cemento, si è infilata tra le pieghe dei piastroni. Vi crescono piantine di differenti specie. Ciò che però preoccupa i residenti sono gli apparati radicali invasivi dei grandi fusti che hanno deformato il viale alzando numerosi piastroni e costituendo a tratti dei gradini. Tutto questo per gli abitanti – sono soprattutto persone anziane, qualcuna ha delle disabilità – costretti ad attraversare il tratto di strada rappresenta una vera insidia quotidiana. La popolazione anziana là avanza con prudenza ed è soggetta a continui rallentamenti, ma ogni giorno numerose persone che utilizzano anche deambulatori rischiano di cadere. Da qui il motivo della petizione destinata all’Ater della cinquantina di residenti. 

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.