Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Rifiuti abbandonati in via Pasini. La denuncia di Bettin «Stop agli incivili»

Fonte: La Nuova Venezia del 23-03-2020

Non si fermano gli incivili che creano discariche sul territorio di Marghera. A denunciare la situazione è il presidente della Municipalità di Marghera Gianfranco Bettin, colpito dai cumuli di rifiuti abbandonati in fretta e furia. «Mentre permane e anzi si estende la vergognosa e pericolosa discarica di Via Trieste» spiega Bettin. «A Marghera si è riformata una discarica in via Pasini, dove sorgeva il rione Vaschette oggi abbattuto tranne un edificio, che ospita sbandati e attività illegali, la cui demolizione si attende invano da almeno cinque anni».L’area, peraltro incolta, sottolinea il presidente della Municipalità, assomiglia ad una specie di piccola giungla in centro abitato, sembra diventata il luogo ideale per l’abbandono di rifiuti, anche da chi arriva da fuori città.«Infatti» specifica Bettin, «pur essendo vicina al resto del rione e a diverse attività economiche e commerciali, si trova lungo vie di transito veloci come via Padana, via Fratelli Bandiera, la stessa via Pasini». Ovvero strade che consentono l’abbandono rapido di ogni tipo di rifiuti e per questo preferite da incivili che le utilizzano come discariche».Precisa la richiesta che fa il presidente della Municipalità di Marghera di fronte ad abbandoni così diffusi anche in questo complicato periodo che stiamo vivendo«Chiediamo al Comune a Veritas un intervento urgente di pulizia, sfalcio della vegetazione e messa in sicurezza, oltre all’attivazione di modalità efficaci di controllo per scoraggiare e nel caso identificare e punire gli incivili che la usano come discarica».Nei giorni scorsi Veritas aveva denunciato questa attività sempre più diffusa con la chiusura degli ecocentri della zona di ingombranti. Un uomo della Riviera del Brenta era stato individuato e denunciato per aver scaricato rifiuti a Mestre. Lavoratori nel campo edile o persone che in questo periodo si occupano della sistemazione della casa, essendo costretti a causa delle limitazioni legate al coronavirus a non andare negli ecocentri, non trovano di meglio che abbandonare i rifiuti magari recandosi al lavoro scaricandoli dai furgoncini.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.