Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Scontro in consiglio sul taglio degli alberi

Fonte: La Nuova Venezia del 15-03-2020

Ha fatto discutere nell’ultimo consiglio comunale di Martellago il taglio degli alberi fatto nelle scorse settimane in alcune zone come via Rialto a Maerne e via Grimani nel capoluogo. Nel primo caso, è stato tolto anche un salice di una quarantina d’anni, mentre nel secondo si è trattato di un pruno. Un’operazione, a detta del governo locale, per garantire la sicurezza, ma qualche cittadino aveva storto il naso. Così la vicenda è finita in aula, con Impegno Comune, Pd e Unione Civica che hanno presentato una mozione, letta dall’ex sindaca Monica Barbiero. Nel documento, si chiedeva come mai non fossero stati informati i cittadini sull’intervento, se si fosse rispettato il regolamento comunale per la salvaguardia delle alberature stradali e, soprattutto, impegnare la giunta a condividere con i residenti le scelte legate al tema dell’ambiente. E qui si è scatenato il confronto tra maggioranza e opposizione, soprattutto con un botta e risposta tra la Barbiero e il sindaco Andrea Saccarola. «Rispetto ad altri Comuni», osserva Barbiero, «Martellago ha tanto verde. Attraverso un bando iniziato sotto il mio mandato e proseguito con il mio successore Saccarola, si è permesso di avere più sfalci dell’erba, garantendo un territorio più ordinato. In precedenza, poi, dei professionisti hanno redatto un masterplan, per capire quali alberi tagliare, come farlo e tante altre proposte. È giusto condividere queste scelte con i cittadini, che hanno a cuore il tema del verde». L’articolo 3 del regolamento per la salvaguardia delle alberature stradali recita che «in tutti i casi in cui vi sia l’abbattimento di piante appartenenti al patrimonio comunale, in situazione di impossibilità di rimpiantumazioni, l’amministrazione dovrà prevedere di reintegrare, in aree comunali poste nelle vicinanze, un numero di alberi almeno doppio del numero delle piante eliminate». Per Saccarola, l’obiettivo è garantire la sicurezza sulle strade e impedire che vi siano problemi per le persone e i veicoli in transito. «In via Grimani», ribatte il sindaco, «l’albero si era inclinato e ha danneggiato il camion di una ditta di corriere espresso. Per sicurezza lo tolgo e non lo devo chiedere al cittadini. Per altre situazioni, la proposta di coinvolgere i cittadini è valida ma in altri casi deve decidere il sindaco. In altre zone del Comune metteremo altri alberi». –  
 
CommentiChiudi Commenti

Lascia un commento

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.