Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Ztl, il display rimane spento ma la multa arriva lo stesso

Fonte: Il Gazzettino del 06-03-2020

La Ztl è ormai ridotta al lumicino – ormai rimane attiva solo quella di via Pio X – ma continua a suscitare proteste. Ultima in ordine di tempo quella di un commerciante della zona di piazza Ferretto che nel periodo compreso fra dicembre e gennaio è passato più volte attraverso il varco di via Pio X per scaricare merce al suo locale accumulando una decina di multe. Il motivo della contestazione sta nel fatto che la Ztl non sarebbe stata segnalata. Anzi, il display luminoso all’angolo fra via Manin e via San Rocco risulta tuttora spento: nell’angolo basso dello schermo si vede solo un puntino illuminato mentre il divieto di transito è indicato dai cartelli con le scritte minuscole, già motivo di polemica in quanto sarebbero poco chiari, danto da dover essere appunto integrati dai display luminosi.

IL RICORSO

Così l’automobilista si è rivolto all’associazione di consumatori Adico per vedere annullate le multe. «Il nostro socio spiega Carlo Garofolini, presidente dell’associazione si è rivolto a noi dopo aver ricevuto otto multe. Nel periodo natalizio era convinto che le Ztl fossero tutte sospese anche perché la comunicazione del Comune a riguardo non è stata molto chiara. Di fronte al display spento, l’uomo è stato indotto a credere che temporaneamente per il periodo festivo anche la zona a traffico limitato di via Pio X via San Rocco fosse interrotta. Per questo presenteremo ricorso al giudice di pace». L’associazione peraltro sottolinea che la segnaletica relativa alla Zona a traffico limitato sembra fatta apposta per trarre in inganno gli automobilisti. «Prima – prosegue Garofolini – la confusione ingenerata da una scritta totalmente fuorviante: varco attivo e varco non attivo, definizioni che hanno il significato opposto rispetto a quello che si penserebbe seguendo la logica grammaticale. Poi, i disguidi provocati dalla sospensione di quasi tutte le zone a traffico limitato dove il problema è contenuto in quel quasi, dato che per mesi i cittadini non sapevano dove si potesse passare e dove no. A un certo punto sono stati messi i display luminosi ma come detto la scritta varco attivo e varco non attivo ha creato solo problemi. Infine si è deciso di coprire i cartelli delle Ztl sospese con dei sacchetti della spazzatura neri. Scelta discutibile anche dal punto di vista estetico. Crediamo che anche nel caso che stiamo seguendo ora, la confusione ingenerata nell’automobilista possa portare all’annullamento delle multe».

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Grazie, l'iscrizione è avvenuta con successo. Controlla la tua mail e clicca sul link per confermarla.